Aiuole galleggianti e materiali di riciclo: da Shangai ispirazioni per una ritrovata socialità

“Volevamo che questo nuovo spazio fosse a basso impatto e che interagisse con gli elementi naturali in modo artificiale, dimostrando che è possibile creare qualcosa di nuovo a partire da ciò che si ha.”

Non c’è ricerca che non cominci da una curiosità, per questo amiamo lasciarci ispirare da soluzioni suggestive per farne know how.

Urban Bloom è un’installazione progettata da Aim Architecture e Urban Matters per un quartiere di Shangai, in Cina, con un obiettivo chiaro: dare nuova vita a un parcheggio abbandonato e sepolto tra edifici per farne un luogo di socialità.

Come?
Utilizzando materiali da riciclo e aiuole “galleggianti” per ricordare ombre e forme di alberi.

Per il loro esperimento, i progettisti hanno scelto Anfu Road, una strada adiacente a un complesso residenziale popolare, immerso in un quartiere che ospita uffici, ristoranti, negozi, scuole. Uno spazio che adesso si ritrova tra fiori e vegetazione che, man mano che cresceranno, trasformeranno la piattaforma in un giardino rigoglioso e accogliente.

Il verde come elemento fondamentale per la rigenerazione: un concetto che si sta molto a cuore.