Bucci Spa: A Montechiarugolo una scuola ecosostenibile modello che mette il bambino al centro

“Non c’è solo l’orgoglio di aver costruito una scuola, con tutto il sistema di valori che rappresenta; c’è, forte, la soddisfazione di aver dato sostanza e concretezza all’idea semplice ma non banale di mettere il bambino al centro del progetto, il gioco come autentico strumento di apprendimento e di relazione”.

Carlo Bucci, Presidente di Bucci Spa, non nasconde la propria soddisfazione per la consegna al Comune di Montechiarugolo della nuova Scuola statale dell’Infanzia “La citta incantata” presso l’Istituto Comprensivo “Cecrope Barilli” di Basilicagoiano, inaugurata ufficialmente lo scorso 24 marzo 2018.

La scuola sperimentale, che ospita già 79 bambini, potrà accogliere 120 alunni di età compresa tra i 3 e i 6 anni e potrà inoltre garantire l’accesso a bambini tra i 24 ed i 36 mesi, contribuendo così a soddisfare le crescenti richieste del territorio e a promuovere un’offerta educativa attenta ai bisogni e alle potenzialità dei più piccoli.

“La scuola – spiega il Presidente della ditta costruttrice – è pensata come una sezione aperta e ha un’area accoglienza centrale capace di stimolare la voglia di giocare, la zona per il pranzo e per il sonno, gli spazi per l’igiene personale e i locali di servizio, ma soprattutto vive di tanti mini-atelier che rappresentano ognuno una diversa possibilità, per un bambino o per gruppi, di costruire relazioni e apprendere attraverso il gioco. Penso, ad esempio, agli spazi per creare e modellare creta e legno, all’area per la tecnologia e la botanica, per la lettura e la scrittura, per il gioco simbolico, il teatro, la musica, le luci e le ombre. La zona polivalente, posta tra i due porticati, grazie al suo pavimento vetrato dà la possibilità di ammirare la natura con il sottostante acquario interrato al piano terra.”

La città incantata ha infatti una forte simbiosi con l’ambiente ed è stata progettata per espandere lo spazio chiuso verso quello aperto sfruttando fattori quali sole, aria, luce, terra, verde, come elementi capaci di influenzare in positivo la crescita dei più piccoli. Questa scuola dà agli alunni la possibilità di guardare oltre le finestre, realizzate con sicure vetrate ribassate ad altezza bambino, e offre una zona esterna, ma coperta e riparata, per godere dell’aria aperta divertendosi con piccole strutture di legno e una casa sull’albero.

Il valore dell’ambiente si rispecchia nell’attenzione alla sostenibilità: un vero e proprio cardine del progetto che ha permesso di ridurre al minimo l’impatto ambientale e garantire al massimo l’efficienza energetica. L’ecosostenibilità dell’edificio scolastico, certificato in Classe A, passa da più fattori, tutti pensati ad hoc: il risparmio energetico, con un forte isolamento e impianti a basso consumo che non prevedono una rete di gas combustibile; l’utilizzo di energia solare la produzione di energia elettrica; il naturale controllo del microclima, con l’ottimizzazione di illuminazione e aerazione naturale; l’uso razionale dei consumi idrici, il mantenimento della salubrità dell’aria con la ventilazione meccanica controllata.

Aspetti che saranno gestiti da sistemi BACS (Building automation control system), una domotica intelligente che automatizzerà il controllo di illuminazione, temperatura, aerazione e, al tempo stesso, sarà il “cervello” dei sistemi di oscuramento e gestione delle emergenze.

Carlo Bucci e Daniele Friggeri durante l'inaugurazione scuola dell'infanzia Montechiarugolo realizzata da Bucci Spa

“I vantaggi di un progetto così ecosostenibile – conclude Carlo Bucci – non sono solo nel risparmio energetico e nell’elevato confort abitativo, ma nella riduzione dei tempi di costruzione, nel rispetto assoluto delle più stringenti norme di sicurezza, antisismiche e dell’abbattimento delle barriere architettoniche. Uno fra tutti: il metodo di tinteggio degli ambienti interni realizzato con tecnologia Airlite, un sistema innovativo dal principio attivo antibatterico, antimuffa e antiodore. Principi che hanno trovato piena realizzazione attraverso le scelte costruttive e dei materiali impiegati. Alcuni esempi sono l’utilizzo di vetri isolati e di sicurezza sopra la zona dell’acquario, gli isolanti per miglioramento del cappotto esterno e dell’isolamento acustico, la realizzazione di una connessione coperta tra il plesso scolastico esistente e la nuova struttura, i percorsi tattili interni, l’illuminazione a LED e l’illuminazione di sicurezza a pavimento per le vie d’esodo.”